Bentornati. Oggi vi parlerò di Trumbo, arrivato in Italia con il nome di “L’ultima Parola: la vera storia di Dalton Trumbo”, film biografico che racconta la storia del geniale sceneggiatore americano, messo da parte e disprezzato da Hollywood per via dei suoi ideali politici. Il film racconta molto bene quella che è stata la storia di Trumbo, andando nei dettagli, parlando benissimo sia del lato professionale che personale dello scrittore. Ottima davvero la sceneggiatura, che si sviluppa molto bene, senza stancare o annoiare, andando a fare ciò che un film biografico deve fare, ovvero raccontare una storia. La cosa davvero bella e sorprendente del film, è il messaggio che riesce a trasmettere, mettendo in luce il fanatismo e in certi casi oserei dire fascismo, degli Stati Uniti in quei anni, capaci di negare la libertà di parola ed espressione contro chi cercava semplicemente di dire la propria opinione, accusandolo di “anti-americanità” e di essere filo-russo. Per quanto riguarda regia e fotografia non segnalo nulla di particolare, fanno semplicemente il loro lavoro per permettere di raccontare linearmente la storia. Grandissima prestazione di Bryan Cranston, che dopo Breaking Bad, si conferma uno dei migliori attori in circolazione. É un film che consiglio a tutti coloro che vogliono conoscere la storia di un grande sceneggiatore messo da parte solo per i propri ideali politici. Lo consiglio inoltre per chi è appassionato di storia o per chi vuole conoscere un lato più “oscuro” degli Stati Uniti post-Seconda Guerra Mondiale.

maxresdefault (5).jpg

Voto: 8,25/10

Annunci