Cerca

BruzSpace

Recensioni in poche righe.

Categoria

Azione

Batman v Superman [SPOILER ALERT]

Bentornati a tutti. Oggi vi parlerò di uno dei Cinecomic probabilmente più attesi di sempre: Batman v Superman. Premetto col dire che il film non mi è piaciuto molto ed è forse colpa mia. É colpa mia perché, a differenza della Marvel che ha dei canoni ben precisi che deve rispettare in quanto violenza e “dark”, qui c’era molta più libertà e quindi mi aspettavo molto di meglio; inoltre, ho fatto l’immane cavolata di paragonarlo alla trilogia nolaniana di Batman. Il problema più grande del film sono senza dubbio le enormi voragini nella sceneggiatura: come fa Superman a sapere SEMPRE dove si trova Lois Lane e quando deve salvare la madre non ha idea di dove sia? E se lo sapeva, perché non poteva andare e liberarla con la solita facilità? E poi, perchè Lex Luthor (interpretato da un fantastico Jesse Eisenberg, la cui interpretazione è una delle poche cose belle del film), che è contro Superman per il fatto che è troppo potente e incontrollabile perché dovrebbe creare un nemico ancora più potente ed ancora più incontrollabile? Queste sono solo alcune delle domande irrisolte che il film mi ha lasciato in testa senza una risposta. Altro problema è l’incoerenza di certi personaggi, su di tutti Batman, che lo riscopriremo come killer che manco il T-800 nel primo Terminator e Lex Luthor che in alcuni momenti ricorda inspiegabilmente il Joker da quanto è folle. Della regia c’è poco da dire, l’ho trovata molto anonima. Tra i pochi lati positivi ho trovato la già citata interpretazione di Einsenberg (non il personaggio che è di una incoerenza paurosa, esclusivamente l’interpretazione), un Ben Affleck molto credibile e ben riuscito nei panni sia di Bruce Wayne che di Batman, le scene d’azione ovviamente di livello alto e alcune idee e scene carine che se venivano sfruttate meglio magari poteva venir fuori un film godibile. Probabilmente a molti di voi è piaciuto e ci sta, capisco il motivo, quindi se andate a vederlo con pretese basse e senza tener troppo conto della sceneggiatura, quindi guardandolo come un film d’azione qualsiasi, potrebbe anche garbarvi dai.

bvs

Voto: 6/10

Annunci

Deadpool

Bentornati, oggi vi parlerò di uno dei film più attesi dai nerdoni di tutto il mondo: Deadpool. Iniziamo parlando della trama. Il nuovo film della Marvel non presenta sicuramente una sceneggiatura ed una trama originalissima, rimanendo molto lineare nell’intero corso del film. Nonostante questo, grazie ad elementi poco usati nei film usciti negli ultimi anni, come l’utilizzo massiccio di flashback ed elementi più “nuovi” come la distruzione totale della quarta parete (rottura non basta come aggettivo, fidatevi) renderanno il film un’esperienza nuova e difficilmente emulabile da altre opere. Il film però non si basa molto sulla trama, togliendo l’elemento fondamentale della quarta parete: l’intera pellicola ruota attorno alle scene d’azione, molto ben realizzate grazie anche ad una buona regia, alla comicità politicamente scorretta e all’esagerazione fantastica dell’antieroe in tutina rossa. Spendendo ancora due parole sulla sceneggiatura, segnalo un paio di buchetti all’interno di questa che però non minano più di tanto il film in sé. Niente da dire sugli effetti speciali, ovviamente ben realizzati e credibili, come un qualsiasi film di Hollywood con molto budget. Per concludere, Deadpool è esattamente quello che mi aspettavo: un film d’azione esagerato, violento, volgare e divertentissimo, con un sacco di citazioni e tanta comicità. Non è un capolavoro, ma credo che nessuno si aspettasse lo fosse. Se volete passare due orette scarse fatte di risate e violenza e se siete fan del fumetto, fatevi avanti!

DEADPOOL

Voto 7,75/10

The Hateful Eight

Finalmente, dopo tanto hype e attesa, è uscito l’ottavo film di Quentin Tarantino: The Hateful Eight. Iniziamo parlando della trama e della sceneggiatura. Beh, che dire, ci troviamo davanti ad un film pienamente nello stile tarantiniano, quindi con una trama davvero ottima e stupefacente, che si sviluppa piano piano fino poi ad esplodere. Il film parte molto piano e con la presenza di molti dialoghi che permetteranno di capire al meglio le varie storie che si intrecciano perfettamente tra di loro, andando anche a raccontare fatti storici realmente accaduti. Parlando dei dialoghi, ci troviamo davanti al solito buon vecchio Quentin: veloci, affascinanti, a volte divertenti, altre “semplicemente” epici… Insomma, i classici dialoghi che in otto film abbiamo imparato ad amare. Ovviamente, il tutto contornato da chicche e colpi di scena clamorosi. Per quanto riguarda il lato tecnico, invece, note di merito vanno alla regia, che va dietro perfettamente ai ritmi del film, dettandoli anche molto bene, alla fotografia e al sonoro. Per quanto riguarda il cast, in quasi tutti la scelta si è rivelata buona, segnalando la prestazione assolutamente grandiosa di Samuel L. Jackson (per me anche da nomination agli Oscar) e di Jennifer Jason Leigh. Buone anche le prestazioni dei vari Kurt Russell, Tim Roth e  Walton Goggins. Poco convincente secondo me, invece, quella di Michael Madsen, l’attore che abbiamo imparato ad adorare in Resevoir Dogs, quando vestiva i panni di Mr Blonde, non mi è sembrato al livello degli altri attori in questo film. Per concludere, The Hateful Eight è un capolavoro, una perla degna del miglior Tarantino, un film che si intreccia benissimo e che mostra tutte le doti registiche e da scrittore di Quentin. Ammetto che il parere (così come il voto) può essere un po’ di parte, però quando mi trovo davanti a film scritti così non posso che inchinarmi. Se lo adorate, adorerete questo film, senza dubbio.

SAMVoto: 9/10

Chappie

Eccoci tornati con la mia mini-serie di recensioni interamente dedicate alla fantascienza. In questa terza recensione vi parlerò di Chappie, arrivato in italia col nome “Humandroid”… Ma perché?! Ovviamente perché “Chappie” sembrava chiappe, ovvio no? Lasciamo perdere. Parliamo del film che è meglio. Chappie è un film d’azione con poche pretese, con una trama di base carina ma già vista in film come Io Robot, anche se qua prende comunque una piega molto diversa. La storia si sviluppa in maniera lineare, senza troppi sconvolgimenti, con un finale però sinceramente inaspettato e curioso, che francamente ho apprezzato. Gli effetti speciali sono di alto livello, così come il sonoro e con però una regia nella norma, senza lode ne’ vergogna. Stesso discorso per la regia va fatto anche al cast, nessun attore compie prestazioni che gridano al miracolo. Non c’è molto da dire su Chappie: è un buon film d’azione con una storia lineare e non originalissima, senza pretese e senza morali particolari, spicca solo negli effetti speciali davvero ben fatti e niente di più. Consigliato se volete passare due orette di esplosioni, proiettili e robot umanoidi e non. Consigliato anche se avete apprezzato i due precedenti lavori di Neill Blomkamp, ovvero District 9 ed Elysium.

chappie.png

Voto 7/10

Terminator Genisys

Se Crimson Peak è stato un bel film da vedere, non posso dire lo stesso di Genisys (tolgo Terminator perché non se lo merita). Partiamo della poche cose che salvo: gli effetti speciali e le scene d’azione. Nulla da dire su questi, sono esattamente come gli standard dei film Hollywoodiani con tanto budget, quindi CGI di livello, combattimenti ricchi di adrenalina e velocità, trucchi ovviamente credibili. Ok, ora parliamo dei lati negativi: il resto. Sembra DAVVERO una presa in giro dei primi due capitoli oramai cult. Battutine persistenti e fuoriluogo che snaturano i personaggi, Sarah Connor che chiama il T-800 “Papà”… PAPA’?! Follia. Mi duole dirlo perché come attrice mi garba anche, ma Emilia Clarke è nettamente inferiore alla Hamilton per interpretare Sarah Connor, non è assolutamente il suo ruolo adatto. Trama confusionaria che lascia anche un po’ di porte aperte, nonostante una buona partenza. Finale prevedibile e bruttino. Conferma del fatto che dopo i primi due capitoli Terminator è l’inutilità (nonostante Salvation sia accettabile, non c’entra una bega con la saga). É semplicemente un film d’azione come tanti, ma chi ha apprezzato i primi due concorderà con me nel dire che Terminator (fino al 2) non era una banale saga d’azione, ma per colpa dei $$$ lo è diventato.

wtf

Voto: 4,5/10.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑